Cerca

LE IDEE… facciamole girare!

Blog di attualità, cultura, arte, spiritualità

La bufala è nel Codice!

Ho letto, a dieci anni dalla pubblicazione, IL CODICE DA VINCI.
Se penso a quanto rumore mediatico ha fatto, davvero provo un senso di fastidioso stupore.
Mezza pagina di Mario Puzo, di Ken Follett o Stephen King, valgono l’intero libro e una sola inquadratura di Eyes wide Shut di Kubrick è decisamente più affascinante ed esoterica.
A parte la qualità mediocre della scrittura, il meccanismo del thriller é pieno di incongruenze e  la stessa trama si inceppa impietosamente. I personaggi appaiono slegati e ad un certo punto clamorosamente espulsi dalla trama (primo fra tutti il povero monaco albino Silas che sembra Salvatore del Nome della Rosa uscito da un’astronave di Star Trek ed entrato per sbaglio in un film di Tarantino).
E lo stesso Graal, il motivo di tutto il romanzo, nel finale, scompare. Anzi non si sa neanche cosa sia. Non lo sanno i personaggi che tanto hanno ammazzato o rischiato la vita per raggiungerlo, semplicemente perchè non lo sa neanche Dan Brown. E tutto è detto con un Eyes wide shutdisarmante candore.
E poi le argomentazioni sulla Chiesa, quasi comiche. Aspettiamo un intero libro per scoprire la menzogna che ci ha nascosto e poi ci viene nascosta ancora: cattivelli!!!
La regalità della Maddalena, basata sulla sua discendenza dalla tribù di Beniamino! Una favola incredibile: da qualche parte è scritto che la tribù di Beniamino, l’ultima e la più piccola delle tribù di Israele, abbia in qualche modo a che fare coi re?
E poi il rapporto tra Gesù e la Maddalena! Ma magari tra loro la prova di un bacio Perugina, un biglietto intercettato con un appuntamento, una serenata, un messaggio sms! No, fidiamoci, hanno fatto un figlio. E la sua discendenza é arrivata ai Merovingi. Come? Perché? Uomini di poca fede: lo dice Dan Brown!!!!! Dobbiamo fidarci di Dan Brown! Lo sa Dan Brown! Ha studiato Dan Brown!
Un’unica cosa rimane: “Il codice Da Vinci” é stata una perfetta macchina da soldi e ha centrato perfettamente l’operazione di marketing.
E pensare che avevo creduto che davvero qualche cattolico avesse perso la fede leggendo questo libro. Mi sbagliavo. Non l’ha perduta. Semplicemente non ne aveva.

Psicologia dell’età…involutiva!

I quarant’anni portano con sè il ripiegamento, i cinquanta il dispiegamento. I primi sono pericolosi per la vita interiore, i secondi per quella sociale. I cinquant’anni infatti sono una seconda adolescenza accompagnata dalla dolorosa constatazione che il futuro é ormai passato. Per questo a cinquant’anni ci sono uomini che fuggono con donne molto più giovani, indossano i jeans e la camicia a fiori e ricominciano a fumare; sono follie di un’ultima adolescenza disperata.

Alighiero-Boetti_orologio1-1170x563

 

 

 

 

Povero cinquantenne! Ha solo due possibilità: perdere ogni contegno e invecchiare stupidamente; oppure rinsavire, pagare il conto dei propri errori e acquisire una certa saggezza, quella di chi, sapendo di dover morire, non ha più paura di spendere i suoi beni per la vecchiaia.

Si spera di percorrere la seconda via e di arrivare alla morte con in tasca ancora qualche spicciolo di buon senso.

Da Giuseppe Fornari

Ogni vero artista ha sempre rappresentato il suo pensiero non con le parole, ma attraverso la sua azione. Ogni sua esperienza perciò coincide con la produzione delle sue opere. Questo spiega perché l’uccisione di un uomo ha spento in Caravaggio la sua tavolozza.

Una massima di papa Francesco

Nessuno é così santo da non avere un passato. Nessuno é così peccatore da non poter avere un futuro.

o-PAPA-FRANCESCO

A volte ci sono quelle frasi lapidarie che hanno la potenza di un intero trattato e nella loro brevità rivelano l’acume profondo di chi le ha pensate. Come questa frase di papa Francesco.

insulti eretici

A Sarri é scappato un insulto contro Mancini alla fine della partita Napoli-Inter, attingendo al bagaglio italico delle invettive, precisamente qualcosa come “frocio” o “finocchio” e per l’intera stampa nazionale é diventato omofobo… Una sola parola, scappata nel momento in cui il poverino ha perso la Coppa Italia, ed é diventato un mostro… ma mi chiedo: Sarri nella sua vita, nella sua normalità e quotidianità ha manifestato atteggiamenti discriminatori? Durante gli allenamenti ha offeso qualche giocatore categorizzandolo? E’ una parola che rende omofobi o é un atteggiamento più profondo, che tocca il cuore delle proprie scelte di vita? Ma no. Se ha detto quella parola é omofobo. Quanta omofobia si nasconde invece in questa patina di politicamente corretto oggi molto in voga? Continue reading “insulti eretici”

fastidiose punture di vespa

20130606_bruno-vespa-00PORTA A PORTA, da Bruno Vespa, stasera 9 giugno 2015.

Come trasformare un approfondimento giornalistico in una scadente  fiction avente come sceneggiatura gli interrogatori della procura e come attori alcuni freddi e sicuramente prezzolati professionisti di questa nuova moda dei talk-thriller.

Ma la trama è la carne e il sangue di un bambino ucciso, Loris Stival, e quella della sua infelicissima madre, Veronica Panarello. Così, infine, l’unico a sprizzare un po’ di umanità è Francesco Villardita, il legale difensore della madre presunta assassina.

DA TRASMISSIONI COME QUESTA NON MI SENTO INFORMATO, MI SENTO FERITO.

james bond nella sagrada familia

SAGRADA-FAMILIA-COP-300x300

 

Stasera bellissime immagini della SAGRADA FAMILIA di Barcellona su VOYAGER.

MA, DINANZI A TANTA BELLEZZA MISTICA – chiederei agli autori del programma -, COSA C’ENTRA QUEL MARTELLANTE ACCOMPAGNAMENTO MUSICALE DEGNO DI UNO SCATENATO INSEGUIMENTO IN UN FILM DI JAMES BOND?

l’apocalisse

barbara-durso

POMERIGGIO CINQUE DI DOMENICA SCORSA.

BERLUSCONI RIVELA CHE BARBARA D’URSO E’ L’UNICA CHE NON E’ STATA CON LUI.

DUNQUE, LE ALTRE….???!!!

raoul, no, non ti convertire!

Capisco che la notte dell’Innominato, nel racconto di Manzoni, fu un po’ esagerata. Troppa insonnia? Troppo tormento? Troppo pentimento? Ma se quella notte non fosse stata così agitata noi non ricorderemmo certo quel nuovo giorno dell’uomo trasformato dalla Grazia, pieno di luce e quel suo sguardo, con una vista nuova sul mondo…. e i suoi gesti successivi, l’incontro con il cardinale Borromeo, i propositi di un’esistenza totalmente diversa….. senza arroganza, senza presunzione, senza più l’esercizio duro del potere che tanto male aveva procurato ai deboli…… Ma così devono essere, a parte gli eccessi letterari, le vere conversioni: una lotta nascosta, inquieta, dolorosa, tutta giocata dentro l’anima… perché il protagonista della conversione non è l’uomo, ma Dio, ed é Lui a vincere infine sulle superbe pretese umane che cedono all’umiltà del Vangelo, una capitolazione intrisa di contrizione e pianto…. raulcastro Raoul Castro, invece ci sta quasi pensando, quasi quasi un giorno si convertirà, tornerà cattolico….. anni e anni di professione di ateismo convinto, forse, si frantumeranno, forse…. perché la conversione è leggermente condizionata da eventi che egli aspetta con calma, al sicuro, affacciato alla sua finestra di un potere tenuto per anni e anni senza democrazia e senza diritti umani…. si comporterà ancora bene papa Francesco? seguirà le orme del Cristo (quelle in cui naturalmente stanno i piedi di Raoul)? Il fratello del più noto Fidèl sta ad osservare, pronto a piegare la sua anima alla preghiera, alla santa messa, alla prima comunione dei bambini, se papa Francesco farà ancora il bravo…. ma senza inquietudine, senza tormento, senza pentimento…. la conversione come decisione politica? O solo una battuta, un paradosso, una minaccia? Su un tema così serio, che ha tormentato l’anima degli spiriti più illuminati del pianeta? No, ne abbiamo abbastanza di predatori dell’anima, di convertiti per semplice epidermico contatto, di atei mistici che sanno quello che i vescovi e i papi devono dire e fare per meritarsi la loro approvazione, vogliamo peccatori veri, che piangano, che scompaiano per un po’ dalla faccia della terra chiusi in un eremo, a espiare, senza convocare prima una conferenza stampa…. direi a Raoul dopo le sue incaute esternazioni, resta ateo! sii coerente! Cristo, che guarda solo la sincerità dei cuori e non gli opportunismi del potere, non negherà anche a te, ne sono certo, un angolo del suo paradiso…..

Crea un sito o un blog gratuitamente presso WordPress.com.

Su ↑

Iscriviti

Ricevi al tuo indirizzo email tutti i nuovi post del sito.

Segui assieme ad altri 28 follower